Ascolti la voce interiore?

 Do you listen to the voice within?

Non tutto è ciò che sembra
perché c’è volontà dietro l’apparenza
non sempre di facile individuazione
e tantomeno di comprensione
e poi c’è il gioco delle percezioni
che sono le più svariate
e tante quante le menti e i cuori
che le valutano d’impulso
colorando la realtà della vita
come in un magico caleidoscopio
sempre in movimento
in cui nessuno vede la stessa cosa.

Eppure si può guidare la propria vita
sapendo quali passi fare
per avanzare diretti verso la meta
senza sbagliare giudicando
ma anche senza farsi ingannare
e il metodo in realtà è semplice
come ogni cosa che è vera
bisogna cercare interiormente
le risposte che ci servono
ascoltando attentamente l’intuizione
quella vocina profonda dentro noi
che ci parla silenziosamente.

Tale voce conviene rafforzarla
abbattendo le paure infondate
che ingannano di continuo la mente
facendola ritirare entro i confini dell’ego
dove si sente sicura ma anche sola
mentre la sua natura è espansiva
sempre alla ricerca di emozioni
che la possano dissolvere
nel flusso della coscienza senza fine
e non esiste miglior modo
di collegarsi a quell’essenza infinita
che il ricercarla negli altrui cuori.
Not everything is what it seems
for there is the will behind the appearance
not always easy to identify
let alone to understand
and then there is the game of perceptions
which are the most varied
and as many as are the minds and hearts
that evaluate them impulsively
colouring the reality of life
as in a magical kaleidoscope
always moving
in which no one can see the same thing.
 
Yet it’s possible guide our life
knowing what steps to take
to advance direct to the goal
without failing by judging
but also without being deceived
and the method actually is simple
like every thing that is true
we have to look inwardly
for the answers we seek
listening carefully our intuition
that deep voice inside us
that speaks silently.
 
It pays to strengthen its voice
reducing the unfounded fears
that constantly deceive the mind
having it withdraw within the boundaries of the ego
where it feels safe but also lonely
whereas its nature is expansive
always looking for emotions
that can dissolve it
into the stream of endless consciousness
and there is no better way
to connect to its infinite essence
than searching it in other people’s hearts.

Leave a comment